NEWS 48314"La Vita in una stanza"

 

La Voce di Rovigo - 16/10/2015

 

Fabio Cavallari ha presentato il suo ultimo libro "La vita in una stanza" al teatro Ferrini di Adria.

ADRIA - Fabio Cavallari si definisce narratore più che scrittore. Ma chi era presente al teatro Ferrini ha apprezzato in lui anche un'eccellente dote di intrattenitore. Incalzato dalle domande l'illustre ospite ha catturato l'attenzione e coinvolto il pubblico per quasi due ore, parlando del suo ultimo libro "La vita in una stanza - Gli stati vegetativi non esistono", tema proposto dal Centro di aiuto alla vita in collaborazione con l'associazione Medicina&Persona. 
Da anni si occupa di "stati vegetativi", visita ospedali, Rsa e strutture specializzate, incontra malati e le loro famiglie, ascolta personale medico e infermieristico, intervista operatori e volontari, per questo è lui il primo a dire e a scrivere che "in quelle stanze non esistono gli stati vegetativi ma persone in carne e ossa. Danilo, Fulvia, Matteo, uomini e donne, con storie alle spalle". 
Sottolinea Cavallari: "Non esistono patologie, ma individui, ognuno con la propria irrinunciabile unicità e personalità". E prosegue: "Nessun paziente è uguale a un altro. In ognuno esiste e permane una soggettività particolare e insopprimibile". Amara la conclusione che è stato il vero tema di discussione della serata: "Il fatto paradossale e sconvolgente è che oggi fa più notizia chi vuole morire che chi vuol vivere!". Per questo motivo Cavallari ha voluto dare "voce" a tutti questi ammalati e alle loro famiglie, che non solo desiderano vivere, ma anche vivere felici. (di Luigi Ingegneri)

Informazioni aggiuntive